Timna

In assordante deserto,
tra sassi assetati,
onde del Verbo,
silenzi di pace.

Il Mistero si scava uno spazio,
dove l’arsura prepara la terra
al mistico incanto.

L’arido suolo
d’un leggero soffio vibra,
più che per cascata il fiume.
Veramente beato chi ne ode il fragore!

Ora che l’ombra è lunga e scema
riluce infuocata la pietra.
Vive fiamme le rocce,
nell’ultimo raggio di sole.

Poi, sotto il plenilunio,
divengono mute sentinelle,
custodi d’un segreto
da sussurrare domani
ai mendicanti d’infinito:

“Tutto è rivolto a Dio
Là dove più nulla è mio”.

 

Timna (Deserto del Neghev – Israele)

Lascia un commento